Le donne amano l’ordine, l’organizzazione e dare quel tocco femminile che non guasta mai. Ecco perché anche nell’ambiente lavorativo è essenziale che vi troviate a vostro agio. Come fare? Il trucco è personalizzare un po’ l’arredo dove operate, per renderlo a misura di donna.Scopriamo insieme come arredare un ufficio al femminile e come questo fattore possa anche migliorare la produttività sul posto di lavoro.

Perché personalizzare l’ufficio?

Le grandi aziende da anni ormai preferiscono promuovere la standardizzazione negli ambienti dove si lavora. Entrando in un ufficio, più o meno grande, in cui più persone lavorano insieme si nota subito un arredamento uguale per tutti. Sedie, scrivanie e accessori sono impostati con uno stile preciso, quasi sempre classico, che è rivolto ad evitare distrazioni e perdite di tempo.

Le esigenze nel tempo sono cambiate e oggi si pone la questione se sia giusto o meno personalizzare la propria area di lavoro, che sia una scrivania singola o un intero ufficio.

La risposta è assolutamente sì!

Le donne, sicuramente più degli uomini, hanno bisogno di crearsi uno spazio secondo i propri gusti. Aggiungendo qua e là qualche elemento ad hoc riescono bene a organizzarsi al meglio e operare in modo più rilassante e piacevole.

È risaputo che una scrivania ordinata aiuta la produttività e accelera le fasi lavorative, ma non basta! È necessario che ci sia quel tocco femminile che non solo renda più funzionale il lavoro ma faccia cominciare la giornata con il sorriso e il buonumore.

Qualche idee per una scrivania tutta al femminile

Ufficio al femminile

Photo: Westiwing

Se non avete a disposizione un ufficio solo per voi non importa. Anche una semplice scrivania può diventare elegante e al contempo ideale per una donna che deve trascorrere lì diverse ore nell’arco di una giornata.

Ecco qualche idea per arredarla in modo femminile:

  • Ordine e precisione. La postazione di lavoro di una donna si riconosce subito perché caratterizzata da un ordine impeccabile e un’efficiente organizzazione. Perché dunque non usare carpette colorate per ravvivare un po’ l’atmosfera? Catalogare documenti sarà più divertente se non avete davanti faldoni tutti uguali che mettono malinconia.
  • Accessori. Tutto ciò che trovate sul vostro ufficio può essere modificato per dargli un tono femminile. Gli accessori, ad esempio, sono i vostri più preziosi alleati nello svolgimento delle vostre mansioni. Non c’è nulla di male nel renderli più eleganti o allegri. Un portapenne vintage o un porta documenti fantasia non ti rallentano nel lavoro ma hanno l’effetto di rendere più confortevole il tuo ambiente.
  • Fotografie. Ogni scrivania dove opera una donna contiene sempre qualche fotografia importante. Che siano i figli o il marito, avere quell’elemento familiare aiuta a sentirsi più a casa e lavorare con più soddisfazione.
  • Lavagne e calendari. Dal punto di vista organizzativo è bene avere strumenti che facilitano la divisione del lavoro. Che ne dite di usare delle lavagne? Ne esistono in commercio di diversi tipi e forme, così da rallegrare anche una parete vuota. Tipicamente femminile è quel post-it appeso con un messaggio personale o una dedica importante. Anche i calendari da tavolo per il piano della settimana possono essere colorati, spiritosi o raffinati, ma pur sempre a prova di donna.

Un ufficio a misura di donna

Ufficio al femminile

Photo: Ikea

Gli uffici delle donne richiedono qualche accorgimento in più nella realizzazione di ambienti comodi, funzionali e personalizzati con una nota decisamente femminile. Come fare?

Ecco qualche spunto per arredare facilmente il posto di lavoro:

  • Lampade e tappeti. Gli interni d’arredo sono il biglietto da visita di un ufficio. E se l’ambiente è riservato ad una donna non possono di certo mancare alcuni elementi chic! Una lampada vintage, un tappeto griffato, una poltrona comoda ma elegante sono alcune delle idee su come arredare un ufficio al femminile.
  • Piante e fiori. L’ufficio di una donna ha sempre al suo interno una pianta rigogliosa e un vaso di fiori sul tavolo. Quell’elemento verde serve a dare vigore ad un luogo per renderlo meno anonimo e migliora anche la qualità dell’aria per sentirsi sempre energici e attivi.
  • Quadri e decorazioni. Se avete la possibilità di fare modifiche nell’arredamento interno dell’ufficio sarebbe bello arricchirlo con quadri e altre decorazioni da appendere. Le pareti spoglie mettono sempre un po’ di tristezza e qualche tocco di colore aiuta a combattere l’idea del posto di lavoro inteso come grigio e monotono.
  • Luci calde. Solitamente negli ambienti lavorativi si utilizzano lampade con luce fredda, spesso a risparmio energetico per una questione di costi. Ma, secondo la visione femminile, una luce calda sarebbe più adatta, perché ricorda la luce solare e ravviva l’atmosfera interna.
  • Angolo work-break. Una donna ama sentirsi coccolata anche a lavoro. Cosa ne pensate di aggiungere qualcosa per prendersi cura di sé anche in ufficio? Ad esempio, un angolo per la pausa, che non sia la solita macchina del caffè con i bicchierini di plastica o il distributore di snack! L’ideale sarebbe un tavolino ad angolo con una brocca con l’acqua fredda da bere o calda per farsi una tisana, magari con qualche biscotto da degustare, per riprendere poi la giornata con più energia.

Per riuscire ad ottenere un arredo che abbia un tocco femminile non serve comunque esagerare. Anche le piccole cose possono farvi sentire in un luogo confortevole e familiare, dove lavorare in armonia con gli altri e soprattutto con se stesse. La cosa importante è non lasciare mai a casa la propria personalità: portarla anche in ufficio è già un buon inizio per conciliare bene il ruolo di donna e lavoratrice.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *