Non ti senti valorizzata, non vedi l’ora che arrivino le 18 per timbrare il cartellino e tornartene a casa, ti senti costantemente frustata e infelice mentre sei all’opera. Solamente alcuni degli inequivocabili segnali che indicano che è ora di cambiare lavoro e di intraprendere un’altra strada che porterà più soddisfazione e successo alla tua vita professionale.

Ma quali sono i veri campanelli d’allarme che avvisano che è il momento di trovare un nuovo lavoro?

Fatichi ad andare al lavoro

Passi un mucchio di tempo al lavoro e sei infelice e insoddisfatta? Forse è il caso di iniziare a esplorare altre strade se è diventato nauseante alzarti al mattino per andare al lavoro, se guardi in continuazione l’orologio aspettando che sia l’ora di uscire, se i momenti negativi superano quelli positivi e se ogni domenica sera sei presa da ansia e panico al pensiero del giorno seguente. A tutti capitano le giornate no, ma se la cosa si ripete di continuo e diventa una costante assieme a malumore e nervosismo che minano il tuo benessere, meglio cercare nuovi stimoli altrove.

“Scegliete un lavoro che amate e non dovrete lavorare nemmeno per un giorno della vostra vita” (Confucio)

Stress alle stelle

Decidere di cambiare lavoro non è mai una scelta semplice. Ma se il lavoro condiziona negativamente il tuo umore e ti senti talmente stressata da avercela con il mondo intero, sei preda di attacchi depressivi sul luogo di lavoro e non riesci a rilassarti nemmeno nei weekend o nei momenti di riposo, è un forte segnale che l’ambiente di lavoro non fa per te.

Non trovi nuovi stimoli

Se non riesci più a trovare stimoli positivi ed entusiasmo in quello che fai quotidianamente è giunto il momento di dare un taglio. Lo stesso se ti senti sottovalutata, poco gratificata e totalmente insoddisfatta della tua occupazione. Lavorare senza voglia, oltre a creare insoddisfazione, è totalmente controproducente perché non ti permette di rendere al massimo delle tue possibilità. E tu desideri affrontare nuove sfide, rimetterti in gioco per trovare un impiego che ti possa far sentire valorizzata mantenendo alta la motivazione e la gratificazione personale. Del resto, la demotivazione genera solo negatività.

“Un lavoro che non vi motiva, o che ostacola la vostra motivazione vi farà “spegnere”, lasciandovi senza energie e senza alcuna ispirazione” (Elite Daily)

La retribuzione

Se si è convinte che la retribuzione non sia per nulla adeguata al lavoro che si svolge, è bene guardarsi attorno per trovare qualcosa di diverso. Se dopo varie sollecitazioni riguardo lo stipendio, le risposte dal vostro superiore sono solamente state negative, è probabilmente arrivato il momento di vagliare altre opportunità di carriera più remunerative.

Limitate possibilità di carriera

Un altro motivo per cambiare lavoro capita quando ti rendi conto che l’azienda in cui lavori non offre la possibilità di fare carriera e crescere professionalmente, nonostante l’impegno e la dedizione. Per molti la mancanza di una prospettiva di carriera è una più che valida motivazione al cambiamento.

Prova a chiedere al tuo responsabile degli incarichi extra o discuti sulle possibilità di crescita all’interno dell’azienda. Ma se non vedi nessuna prospettiva di maggiore responsabilità, allora è il momento di valutare un altro lavoro.

L’azienda è in difficoltà

Se l’azienda dove lavori si trova in estrema difficoltà, il clima è diventato difficile e hai una chiara visione di come stanno andando le cose, allora è arrivato il momento di cercare un nuovo lavoro.

Idem se noti un via vai spontaneo di colleghi che se ne vanno verso altre aziende o un ricambio di personale pressoché continuo all’interno dell’azienda, inizia a porti qualche domanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *