Ormai ne siamo consapevoli: la nostra vita viaggia velocissimo. E la nostra mente di deve adeguare! Così siamo pieni di pensieri a raffica che sfrecciano nella nostra mente un secondo prima di addormentarci o mentre abbiamo le braccia occupate a tenere in equilibrio mille cose al supermercato (maledicendoci per non aver preso il carrello all’ingresso!). Così poi ci ritroviamo a pensare “Ma cosa avevo pensato prima? Era un pensiero geniale. Torna in mente, dai!”.

Quante volte ci siamo sentite così? Come se ci sfuggisse qualcosa? Io molto spesso, e quando mi tornava in mente quel pensiero geniale era già troppo tardi. Quindi, per chi si sente allo stesso modo, ecco il trucco per non dimenticare più nulla.

 

Intanto, ne sono una fanatica lo so, ma organizzazione. Decidete voi il metodo che più vi si addice.

Personalizzazione massima: bullet journal

Negli ultimi anni è diventata una moda e trovate tantissimi video tutorial sulla sua realizzazione. È un quaderno con uno schema a puntini, le cui pagine diventano ciò che volete, anche liste infinite di cose da fare. Attenzione però: richiede molto tempo e pazienza.

Personalizzazione media: agenda

Io non posso fare a meno di avere un’agenda cartacea, appena mi viene in mente qualcosa la appunto li. Sarà che è un metodo un po’ vintage, ma ancora in voga per chi come me ha una passione per la stationery. Aprire la propria agenda e visualizzare gli appuntamenti della giornata o le cose da fare organizzati nella nostra maniera, ci permette di creare un metodo personale e rapido allo stesso tempo.

Personalizzazione minima, ma efficace

Per chi è sempre di corsa e con lo smartphone in mano, è meglio un approccio più tech! Ci sono app come Wunderlist o Packpoint che permettono di organizzare qualsiasi impegno in to do list.

 

Una volta scelto il nostro metodo dobbiamo solo creare le nostre liste e compilarle! Appena un pensiero arriverà o fisseremo un altro impegno dobbiamo solo inserirlo nella lista giusta e il gioco è fatto.

Confesso di essere un’addict delle to do list, le utilizzo continuamente e per mille motivi.

Io ad esempio ho la lista to do del giorno per gli impegni urgenti che devo portare a termine entro la giornata. Per chi studia all’università è utile la lista degli esami da sostenere, sia per organizzare i prossimi appelli, sia per la soddisfazione di spuntarli dalla lista una volta sostenuti. La classica e immancabile lista della spesa è molto utile quando non si ha avuto il tempo di controllare cosa abbiamo in frigo, ma ce ne ricordiamo quando siamo già al supermercato. Io da super appassionata di serie TV e di film ne ho due liste infinite, per non chiedermi mai alla fine di una serie “e adesso cosa posso guardare?”.

La lista dello shopping intelligente mi è venuta in mente quando mi dicevo sempre che avrei dovuto aggiungere un nuovo capo al mio armadio e poi puntualmente me ne dimenticavo andando a fare shopping. Ho compilato anche una lista dei prodotti beauty che ho adorato, così non dimentico quali è bene ricomprare una volta finiti e quali è meglio evitare.

Esistono anche delle liste temporanee: in questo periodo ne ho stilata una per i regali di Natale da comprare, per non dimenticare nessuno e una lista per il pranzo di Natale per accontentare tutti. Ed alcune possono essere a lungo termine, come quella che sto stilando adesso: la lista degli obiettivi per il 2019.

 

Insomma, qualsiasi siano i vostri obiettivi basta organizzarli in to do list e portarli a termine. Buoni propositi per il 2019? Spuntare più punti possibile delle nostre to do list!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *