Sarà perché fino all’anno scorso eravamo abituate ad essere tra le invitate e bastava una bottiglia di Amarone comperata all’ultimo per risolvere ogni cosa. O forse perché la mancanza di tempo ci travolgeva a tal punto che il ristorante prenotato dall’app del telefono pareva l’unica via di scampo per non rimanere a stomaco vuoto.

Per le pink ladies che non hanno ancora pianificato il menù per il pranzo o la cena di Natale 2018 e che – molto probabilmente – resteranno in ufficio fino all’ultimo momento.

A quelle che tra lavoro e figli non hanno tanto tempo per mettersi ai fornelli ma per Natale vogliono fare bella figura in cucina e stupire gli ospiti con piatti semplici e raffinati a prova di foodie.

Dall’antipasto al dolce, ecco quattro ricette facilmente replicabili alle quali ispirarvi per un menù di Natale confortevole e caldo.

A patto che abbiate già provveduto ai regali e che sia uno dei vostri invitati a portare l’Amarone 🙂

 

ANTIPASTI

 

Crostini burrata, pomodori secci e pinoli
Immagine: Giallozafferano.it

Crostini con burrata, pomodorini secchi e pinoli

Ingredienti:

  • 2 filoncini di pane tipo baguette
  • 200 g di burrata
  • 100 g di pomodori secchi
  • olio evo
  • pinoli tostati

Tagliare il pane a fette e farlo tostare in forno a 180°C per 5 minuti. Poi irrorare le fette di pane e coprirle con la burrata sminuzzata, i pomodorini secchi tritati e completare con qualche pinolo tostato.

 

Bignè salati ripieni di gorgonzola e noci
Immagine: Misya.info

Bignè salati ripieni di gorgonzola e noci

Ingredienti:

  • Una trentina di bignè già pronti
  • 250 g di gorgonzola
  • 50 g di formaggio spalmabile
  • gherigli di noci
  • miele di acacia

In una casseruola unire assieme i 2 formaggi in modo da formare una crema unica, scaldandoli appena. A parte tritare grossolanamente le noci e poi unirle alla crema.

Tagliare la calotta dei bignè e riempirli con la farcia. Poi ricomporre i bignè e servirli tiepidi (bastano 2 minuti in forno a 180°C) accompagnandoli con un po’ di miele di acacia.

 

 

PRIMO PIATTO

 

Pappardelle al Tartufo
Immagine: Giallozafferano.it

Pappardelle al tartufo

Ingredienti per 4 persone:

  • 120 g di tartufo nero
  • pappardelle all’uovo
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Pulire il tartufo e tagliarlo alla julienne.

In una padella scaldare a fiamma dolce l’olio aggiungendo lo spicchio d’aglio. Prima che prenda colore, eliminare l’aglio e poi unire il tartufo. Mescolare, aggiustare di sale e lasciar insaporire. Poi spegnere la fiamma.

Ovviamente le pappardelle andranno cotte dopo aver consumato l’antipasto. Scolarle al dente e unirle in padella con il tartufo aggiungendo un mestolo di acqua di cottura. Saltare per qualche secondo e poi servirle calde aggiungendo un filo d’olio a crudo.

 

SECONDO PIATTO

 

Arrosto di vitello al forno con patate
Immagine: Sfizioso.it

Arrosto di vitello al forno con patate

Un classico della cucina italiana amato da grandi e piccini.

Ingredienti:

  • 1 kg di noce di vitello
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • aglio q.b.
  • brodo di carne q.b.
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe nero
  • 1,5 kg di patate novelle
  • rosmarino
  • salvia

Legare la carne di vitello con dello spago da cucina inserendo foglie di salvia e rosmarino e poi massaggiarla con sale e pepe in modo che gli aromi si distribuiscano uniformemente sulla carne.

Versare un po’ di olio in un tegame, adagiare il pezzo di vitello e farlo rosolare su tutti i lati.

Nel frattempo pelare le patate e tagliarle a tocchetti.

Porre l’arrosto e le patate in una teglia ampia, aggiungendo qualche spicchio d’aglio e qualche altra foglia di salvia e rosmarino. Versare il vino e un po’ di brodo sulla carne e mettere la teglia in forno per mezz’ora circa.

Estrarre la teglia, girare l’arrosto e le patate, aggiungere un altro po’ di brodo e far cuocere il tutto per un’altra mezz’ora.

A cottura completata, rimuovere l’aglio dalla teglia, tagliare l’arrosto a fette sottili e servirlo con il contorno di patate.

 

Radicchio rosso al forno
Immagine: Cucchiaio.it

Radicchio rosso al forno

Ingredienti:

  • radicchio rosso
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Pulire il radicchio e tagliarlo in quarti.

Posizionarlo sopra la leccarda rivestita di carta forno, salarlo, peparlo e aggiungere un filo d’olio.

Farlo cuocere per circa 10 minuti.

 

DESSERT

 

A Natale non si discute. Niente tiramisù, Saint Honoré o bignolate. Sulla tavola non possono mancare i tipici dolci simbolo delle feste natalizie: il Pandoro e il Panettone.

Potete servirli nella loro semplicità oppure accompagnandoli con della crema fatta in casa.

 

Panettone farcito con ganache al cioccolato e granella di nocciole
Immagine: Agrodolce.it

Panettone farcito con ganache al cioccolato e granella di nocciole

Ingredienti per la ganache:

  • 250 ml di panna da montare
  • 180 gr di cioccolato fondente
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 30 gr di burro
  • granella di nocciole

Versare la panna in un pentolino aggiungendo il burro e lo zucchero e portare al limite del bollore, mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungere il cioccolato tritato e mescolare fino ad avere un composto liscio e omogeneo.

Quando la crema si sarà raffreddata, con lo sbattitore elettrico montarla a crema e poi tenerla in frigo. Infine aggiungere la granella di nocciole.

Tagliare a strati il panettone nel senso della larghezza e spalmare la ganache sopra ogni fetta, tranne la calotta del panettone che andrà spolverizzata con lo zucchero a velo.

 

Pandoro con crema al mascarpone
Immagine: Saporie.com

Pandoro con crema al mascarpone

Ingredienti per la crema:

  • 3 uova
  • 1 bustina di vanillina
  • 6 cucchiai di zucchero semolato
  • 500 gr di mascarpone t.a.
  • cacao amaro in polvere

In una ciotola sbattere le 3 uova con lo zucchero e la vanillina. Aggiungere il mascarpone non troppo freddo e montarlo con lo sbattitore fino ad ottenere una crema soffice.

Al momento di servire il pandoro, accompagnare ogni fettina (spolverizzandola con il cacao amaro) con una ciotolina di crema al mascarpone per ciascun ospite.

 

 

E voi avete già pensato al menù natalizio? Raccontatecelo nei commenti qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *