Nell’era digitale in cui stiamo vivendo si è reso necessario introdurre una pratica riabilitativa che prende il nome di digital detox. Cosa si intende con questa parola e cosa comporta nella vita di tutti i giorni? Scopriamo insieme qual è il suo obiettivo e come potrebbe aiutare tutti a vivere meglio.

Cos’è il digital detox?

Il digital detox è una sorta di disintossicazione dal mondo digitale. Un ritorno alle origini a quando non esistevano i moderni mezzi di comunicazione? Niente affatto! Si tratta solo di una pausa da questa routine che spinge ciascuno a vivere a stretto contatto con il proprio dispositivo mobile e in generale con la realtà digitale.

Sin dalle prime luci del mattino la maggior parte delle persone apre gli occhi e controlla il cellulare, riposto proprio lì accanto al letto, sul comodino.

Vi sarà di certo capitato di aspettare una mail importante o una risposta dalla collega: il vostro primo pensiero è verificare che ci sia la notifica sullo smartphone.

E poi durante la giornata chi non dedica gran parte del suo tempo a chiacchierare con gli amici o con i familiari attraverso Whatsapp? Non facciamo altro che inviare messaggi digitali in qualsiasi luogo, sempre connessi sul web.

Tutto questo richiede un grande dispendio di tempo e di concentrazione, distraendo la mente da attività produttive e rapporti affettivi.

Ecco perché nasce il digital detox: il miglior modo di prendersi una pausa digitale per riscoprire le cose veramente importanti che ci circondano e non lasciarsi intrappolare in quella rete che, seppure dia l’impressione di incrementare i rapporti con l’esterno, in realtà li limita fortemente.

3 motivi per dire sì al digital detox

Restare connessi è ormai parte della routine di ogni giorno. Ditemi la verità: quando la linea viene interrotta bruscamente vi sentite improvvisamente perse e per un attimo provate un vuoto come se si fosse interrotto anche il vostro contatto con il mondo.

La sensazione è comune a moltissime persone nel mondo tecnologico in cui viviamo oggi e non è sinonimo di malattia. Ma è pur sempre il sintomo di una dipendenza che si è insinuata in ciascuna di voi senza che ve ne siate rese conto.

C’è però una soluzione molto semplice che aiuta a ritrovare il proprio equilibrio e permette di vivere bene ogni momento della giornata, anche senza l’amato smartphone!

Ecco tre motivi alla base del metodo definito digital detox, che vi potranno servire per attivare la modalità off per un po’…

1. Avere più tempo per voi e per i vostri affetti

Sembra strano ma essere sempre connessi significa dedicare meno tempo alle persone care. Se siete a pranzo con un’amica e sentite una notifica istintivamente prendete il cellulare e leggete il messaggio. Alcune addirittura interrompono la conversazione per rispondere! Se siete a casa e i vostri figli vi chiedono attenzione, non è raro assentarsi con la mente perché coinvolti nella discussione del gruppo delle colleghe che stanno trattando l’argomento del giorno. Insomma, è chiaro che il web tende a distrarre dalle cose che contano e limita i rapporti con gli altri.

2. Essere più produttivi a lavoro

I like al vostro post su facebook o i messaggi sul telefonino diventano una grande fonte di distrazione. Quante volte si interrompe il lavoro per controllare il cellulare? A volte se non si sentono arrivare notifiche si ha la tendenza a verificare cosa sia successo: forse è la batteria scarica o forse l’avete dimenticato spento! Anche quando non è strettamente necessario il pensiero è sempre rivolto a quel piccolo quanto insidioso strumento tecnologico sempre con voi. Inutile dire che questo distrae dal lavoro e provoca pause continue che influiscono sul rendimento finale.

3. Avere più equilibrio e meno stress

Forse non sembra, ma dipendere inconsapevolmente dalla rete è veramente stressante. Anche di domenica si controllano le mail di lavoro, di notte si dorme male perché quel messaggio non è ancora arrivato, non riuscite a completare tutti i vostri obiettivi giornalieri perché avete avuto qualche distrazione di troppo. E così si perde di vista la bellezza di un momento di vera pausa, lontano da tutti, per ritrovare quell’equilibrio necessario che aiuta a superare le difficoltà quotidiane e affrontare con grinta ogni giornata.

 

Digital detox: ecco cosa fare

Il digital detox è ormai così diffuso che in tanti si offrono di dare consigli e suggerimenti per concedersi questa pausa dalla tecnologia. Non è necessario, infatti, buttare tablet e smartphone, ma basta solo seguire qualche indicazione per avere innumerevoli benefici sia personali che lavorativi.

Innanzitutto bisogna porsi un limite

Il cellulare deve essere spento o comunque lontano da voi (magari in modalità silenziosa!) quando siete a tavola con i familiari, quando state lavorando, quando state passeggiando con un’amica e quando andate a letto. Tenerlo sul comodino è assolutamente sbagliato, perché invoglia a dare una sbirciatina anche quando casualmente vi svegliate nel cuore della notte e soprattutto al risveglio.

Stabilire delle priorità

E’ il passo successivo per disintossicarsi in maniera graduale. Perché rispondere subito a tutto e a tutti? Ci sono urgenze che vanno rispettate, ma ci sono tantissime altre cose che possono e devono aspettare il momento opportuno. In questo modo si guadagna tempo e salute.

Staccare la spina dai social almeno per qualche ora al giorno

Potrebbe essere durante le ore lavorative oppure quando al rientro a casa i vostri figli vogliono trascorrere del tempo insieme a voi. I like possono anche aspettare!

L’ideale sarebbe quello di disconnettersi completamente per un’intera giornata e, ancora meglio, per il weekend. Uscire all’aria aperta per godere della brezza mattutina, passeggiare senza pensieri e dedicarvi solo a voi stesse o alle persone a cui siete legate.

E se la collega vuole urgentemente raccontarvi l’ultima novità accaduta in ufficio? Ricordate che anche questo può aspettare fino a lunedì…

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *