Al di là del tipo di professione, cercare di migliorare la produttività riuscendo a gestire più efficientemente il tempo, porta davvero dei benefici.

Chi non vorrebbe lavorare di meno e riuscire a fare più cose? Tra calendari ricchi di appuntamenti, pile di pratiche e di impegni, difficoltà a gestire le priorità, sembra però impossibile.

In realtà, modificando le abitudini quotidiane ed evitando di perdersi in inutili distrazioni, possiamo essere più produttivi e guadagnare fino a 2 ore al giorno.

E’ importante quindi darsi delle regole sulla gestione del tempo e ottimizzare una serie di fattori, al fine di guadagnarne anche in produttività, sistematizzando e migliorando il proprio business ed evitando di sovraccaricarsi fisicamente ed emotivamente. E’ fondamentale capire come organizzare la giornata e la settimana per essere più efficienti.

Ecco quindi alcuni spunti e tecniche di Time Management per gestire efficacemente il proprio tempo, che permettono di essere più produttivi e guadagnare del prezioso tempo, rendendo più redditizia la nostra vita lavorativa.

 

Smartphone e social network

In effetti il nostro cellulare è diventato uno strumento dal quale difficilmente riusciamo a separarci. Da quando ci alziamo la mattina fino all’attimo prima di coricarci, in media guardiamo il telefono 150 volte. Più autodisciplina allora, limitandosi nell’uso giornaliero dello smartphone, utilizzandolo più spesso per reali necessità lavorative e meno per svago. Infatti, molte delle ore che trascorriamo consultando il dispositivo mobile rappresentano del tempo perso. 

Fare una to-do-list

Preparare le cose da fare per il giorno successivo può essere un buon metodo per guadagnare ore ed essere più produttivi.

Stilare una lista smart delle cose da fare mettendo all’inizio quelle più urgenti da fare o prioritarie ed elaborando un piano di lavoro chiaro, consente di potersi focalizzare direttamente su quello che serve realmente, evitando così di perdere tempo a ricapitolare i compiti della giornata.

Meglio evitare anche di fare più cose contemporaneamente. Il modo più efficace di portare a termine un progetto è occuparsi di un lavoro per volta, senza volerne fare mille in un colpo. Della serie, less is more.

Imparare a dire di no

Può sembrare forse ridicolo, ma imparare a dire di no in ambito lavorativo può davvero aiutarci quando non sappiamo dove sbattere la testa. Un no detto nel momento giusto e con il modo giusto, a volte è necessario, oltre al fatto che può migliorare la produttività, rispettare i propri bisogni e permetterci di guadagnare tempo.

Dire sempre di sì perché in preda al senso del dovere e sovraccaricarsi di lavoro, causa stress e malcontenti e più danni che altro.

Prendersi le giuste pause

Non 4 ore di pausa su 8 di lavoro, ovviamente.

Ma le giuste pause, quel breve lasco di tempo per prendersi qualcosa da mangiare, un caffè al bar, per fare due chiacchiere con i colleghi, per mettere a posto la scrivania e perché no far meditazione per recuperare lucidità. Brevi attività che permettono al nostro cervello di ricaricarsi e quindi essere poi più attenti e vigili, quindi più produttivi. Ottimizzare la mente attraverso delle pause è davvero importante, perché aumenta l’efficienza dei lavoratori.

Anche svolgere le mansioni più complesse durante la prima parte della giornata, quando la nostra mente è più fresca, è un buon metodo per essere più attivi e produttivi.

No alle distrazioni

Mail, telefonate, problemi con i pc, via vai di colleghi. Le distrazioni continue nell’ambiente di lavoro sono tante ed è facile perdere tempo. Ogni volta che perdiamo la concentrazione, impieghiamo circa 23 minuti per ritrovarla. Meglio quindi correre ai ripari e imparare a rimanere più concentrati per essere più produttivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *