Mentre sono in corso le ricerche sul COVID-19, quello che di certo si sa è che il virus viene trasmesso tramite il contatto diretto con le goccioline espirate da una persona infetta oppure toccando delle superfici contaminate dal virus.

Per tutelare la propria salute anche tra le mura domestiche e rendere gli spazi dove viviamo più sicuri è importante sapere come pulire e disinfettare a fondo la casa per prevenire il nuovo coronavirus COVID-19.

Norme igieniche rigide devono essere applicate certamente in ambito sanitario ma, nonostante al momento non ci sia certezza su quanto tempo il virus possa sopravvivere sulle superfici, negli ambienti domestici è sufficiente essere più scrupolosi per ridurre il rischio di portarsi a casa il virus.

Sanificare, igienizzare, disinfettare: se ne parla molto in questo periodo a causa della pandemia globale, ma cosa dobbiamo fare esattamente in casa? Quali precauzioni e accorgimenti sono necessari?

Tranquille, in tempo di Coronavirus non serve stravolgere le abitudini quotidiane per quanto concerne le pulizie domestiche. Solamente qualche specifico accorgimento in più da affiancare alle stesse modalità che già prima venivano adottate da chi svolgeva le pulizie in casa correttamente.

Ecco alcuni consigli per pulire a fondo la casa, conoscere i prodotti più indicati per la pulizia e sapere a cosa prestare più attenzione.

Ovviamente è importante proteggersi usando i guanti durante le pulizie e ventilare gli ambienti della casa almeno un paio di volte al giorno (che tra l’altro è una misura di igiene tradizionale ma nel caso del coronavirus è un modo efficacissimo per neutralizzare il virus).

La prima regola: lavarsi spesso le mani

In casa o fuori casa la prima regola importante è lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o usando un prodotto disinfettante a base alcolica per almeno 40 secondi fino ai polsi, tra le dita e sotto le unghie

ed evitare di toccarsi occhi, naso e bocca quando le mani non sono pulite. Questo comportamento è la chiave per prevenire l’infezione.

Pensate infatti che secondo alcuni studi le mani contaminate possono contagiare fino a 14 persone attraverso il solo tocco e trasferire i batteri fino a 5 superfici differenti!

Quali sono i prodotti più indicati?

Le sostanze che possono essere utilizzate in ambito domestico per le pulizie e considerate chimicamente efficaci contro il coronavirus sono alcol e ipoclorito di sodio, cioè la comune candeggina (attenzione però ad usare alcol o candeggina puri o poco diluiti perché il rischio è di scendere al di sotto della concentrazione efficace).

Bisogna inoltre prestare attenzione anche ai panni e alle spugne che si utilizzano. Devono essere pulite e sostituite regolarmente.

Come pulire i pavimenti

Innanzitutto è importante togliersi sempre le scarpe all’ingresso di casa e sistemarle in un luogo designato vicino all’ingresso.

Per quanto riguarda la pulizia del pavimento, va fatta più accuratamente, con frequenza molto superiore al normale. Prima si rimuove lo sporco con una scopa o un aspirapolvere e poi si utilizza un detergente (i classici detergenti per i pavimenti vanno più che bene) oppure la candeggina contenente ipoclorito di sodio.

Meglio ancora se si ha una scopa a vapore che, grazie alla sua azione pulente, sterilizza e igienizza tutti i tipi di pavimenti lavandoli a fondo in maniera ecologica.

Come pulire le maniglie e i mobili

Non è necessario pulire la casa da cima a fondo ogni giorno. Piuttosto conviene concentrarsi sulla pulizia degli oggetti che sono punti caldi per i germi come rubinetti, telecomandi, interruttori della luce, chiavi di casa, corrimano.

Per disinfettare le maniglie/manopole o altre superfici sensibili (la tastiera del pc o il cellulare) la soluzione migliore è utilizzare acqua e detergenti neutri e poi passare un panno di carta casa adoperando un disinfettante a base di ipoclorito di sodio 0,1% o utilizzare etanolo al 70%. L’aceto e altri prodotti naturali non sono raccomandati.

E’ altrettanto importante mantenere il più pulite possibile anche le superfici di tavoli, panche, interruttori e ricordarsi di pulire sempre il tavolo della cucina prima dei pasti.

Per quanto riguarda i sanitari, meglio scegliere disinfettanti a base di candeggina o in alternativa l’acqua ossigenata.

E per quanto riguarda i cibi?

È sicuramente utile lavare bene sotto l’acqua corrente tutta la frutta e verdura cruda, anche se non si tratta di una regola da adottare solo in questo periodo. E’ bene farlo sempre, utilizzando anche in aggiunta un prodotto per la disinfezione alimentare.

Al momento invece, nonostante non ci siano evidenze scientifiche della trasmissione del nuovo coronavirus attraverso gli alimenti, l’OMS sconsiglia il consumo di cibi crudi o poco cotti di origine animale. Meglio cucinarli a fondo e utilizzare differenti taglieri e coltelli per carne cruda e cibi cotti.

In generale si consiglia anche di utilizzare sempre utensili e piatti puliti, di pulire lattine e scatolame prima di aprirli o metterli nella credenza e di smaltire i rifiuti alimentari evitando l’accumulo di rifiuti che potrebbero attirare i parassiti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.