Nel mondo lavorativo spesso bisogna sapere vendere: il proprio tempo, un prodotto vantaggioso, le opportunità.

Ma come imparare l’arte del vendere? Esistono dei principi base che servono a tutti coloro che intraprendono questa strada e che sono ampiamente studiati nel settore del marketing. Oggi però proviamo a sfruttare queste tecniche anche in altri ambiti trattando le vendite nel loro concetto più ampio. Seguitemi in questa mini guida alla scoperta di un mondo dove si può diventare irresistibili e non farsi dire mai di no.

Arte del vendere: le tue armi vincenti

Tra le professioni, i venditori sono la categoria più temuta: perché?

Non è il loro ruolo che di per sé mette in soggezione, ma il modo convincente e quell’atteggiamento accattivante che spesso vi fa dire di sì anche quando non avreste mai pensato di farlo.

Merito di anni di studio o del carisma smisurato della persona oppure di entrambi, ma ognuno di noi può riuscire a vendere qualsiasi cosa se possiede le armi giuste.

Ecco quali sono gli strumenti vincenti che i venditori usano per esprimere la loro arte e che gli apre un mondo di possibilità per conquistare i loro obiettivi:

  • Simpatia e cordialità
  • Grinta e sicurezza
  • Capacità di persuasione
  • Flessibilità

Questi quattro punti sono alla base dell’arte del vendere.

1. Simpatia e cordialità

Istintivamente le persone sono sempre diffidenti verso chi cerca di vendere qualcosa. La paura è quella di essere fregati in qualche modo. Quindi, il primo approccio tende ad allontanare il venditore.

Che sia un contratto telefonico o un profumo, a volte non si vuole nemmeno ascoltare cosa stia proponendo l’altra persona. Ecco perché è essenziale fare una buona impressione da subito e risultare simpatici.

Simpatia e cordialità sono i primi alleati di un venditore, che prima di essere tale deve diventare un amico. Come sbattere la porta o il telefono in faccia ad un amico? Ottenuta l’attenzione si può iniziare un dialogo promettente dove, tra una battuta, un complimento e una concessione, si può concludere l’accordo senza ostacoli.

Mai essere invadenti o stressanti, limitando anche la confidenza che deve sempre rimanere a livelli superficiali per evitare di ottenere u risultato completamente opposto.

2. Grinta e sicurezza

Un buon venditore sa bene che un atteggiamento incerto è sinonimo di insicurezza e permette alla persona che si ha di fronte di defilarsi senza problemi.

L’arte del vendere comprende anche quella sicurezza nei modi e nelle proprie capacità che deve essere tangibile in ogni momento della conversazione. Questo comporta anche una certa conoscenza del prodotto o del servizio che si sta vendendo e delle sue qualità, per avere una risposta pronta ad ogni obiezione da parte del più scettico degli acquirenti.

E poi naturalmente ci vuole grinta! Si può mostrare anche una certa autorità nel settore per avere maggiore credibilità a patto di mantenere quel tono deciso fino alla conclusione del contratto.

3. Capacità di persuasione

L’arte del vendere deve necessariamente avvalersi della persuasione. Convincere non è affatto un’operazione facile e prima di ottenere dei risultati concreti spesso bisogna fare i conti con delusioni e amarezze. Ma voi sapete bene che le tecniche si affilano proprio con l’esperienza.

Robert Cialdini, professore di psicologia e marketing, ha studiato a lungo questo aspetto della comunicazione e ha affermato più volte che i persuasori riescono a manipolare e orientare il nostro comportamento a loro piacimento solo con strategie ben studiate adattate direttamente sul cliente.

L’obiettivo è fare dire di sì e persuadere gli altri che si tratta di un’occasione unica e irripetibile.

4. Flessibilità

C’è un’altra cosa che dovete assolutamente sapere prima di cominciare questo percorso.

È fondamentale essere sempre flessibili! In termini semplici significa adattarsi alle varie situazioni e soprattutto alle varie persone.

Vi capiterà di incontrare un tipo burbero e uno indifferente, il tipico bastian contrario e quello che ha poco tempo e vi liquiderà in pochi minuti.

Insomma, la casistica è mista e sta a voi avere la prontezza di saper gestire la comunicazione senza fare un buco nell’acqua. Ecco perché non esiste una singola strategia a favore dell’arte del vendere ma bisogna saper sfruttare quella più adatta a seconda della situazione.

Oggi vendere è considerato il modo più facile di fare soldi. Se davvero vuoi apprendere le tecniche prima citate non credere a queste parole!

Se vendere è un’arte non può essere così facile come dicono: ci vogliono le qualità giuste insieme alla determinazione per diventare esperti e sfruttarla a dovere nel proprio lavoro, qualunque esso sia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *