La borsa di una donna pesa come se ci fosse la sua vita dentro”, cantava Noemi qualche Sanremo fa.

E’ l’accessorio femminile per eccellenza che tocca tutti gli ambiti della nostra quotidianità di donne. Può essere piccola oppure extra large, un intramontabile cult o un’edizione limitata. Ma su una cosa siamo tutte d’accordo: una borsa deve poter contenere tutto il mondo di una donna, casa e lavoro soprattutto.

Moda a parte, la borsa è davvero un oggetto utilissimo per avere a portata quello che riteniamo importante e quello che potrebbe tornarci utile. E a tal proposito, quali sono le 10 cose che non possono mancare nella borsa di una donna lavoratrice?

1. Il portafoglio e le chiavi

Uno degli oggetti che inevitabilmente non può mancare mai all’interno della nostra bag è il portafoglio con documenti, contati e carte di credito. Direte banale voi, ma meglio essere scrupolose.

Spesso soggetti ai lapsus freudiani (quindi non colpevolizzatevi più di tanto) anche le chiavi dell’auto, di casa e dell’ufficio. Quindi vietato dimenticarle fuori dalla borsa.

2. Bottiglietta d’acqua

Qualsiasi sia l’ambiente di lavoro, le donne lavoratrici non devono dimenticarsi mai (e in particolare modo d’Estate) di tenere a portata di mano acqua fresca, naturale o minerale che sia non ha importanza.

Secondo studi, la corretta idratazione ci rende addirittura più produttive sul lavoro, oltre a il benessere e la salute del nostro organismo.

3. Cellulare, caricabatterie e auricolari

Nel bene e nel male, una donna lavoratrice non può sottrarsi all’uso dello smartphone. Ammettiamolo, senza ci sentiamo perse. Nella realtà digitale alla quale apparteniamo, l’impennata dei dispositivi mobili appare sempre più al centro anche nell’ambito del business, perché permette di lavorare anche quando siamo fuori ufficio, per consultare le email arretrate, per essere connesse alla rete in qualunque luogo e in qualunque momento e per essere reperibili tramite messaggi e chiamate 24h su 24. Ovviamente non può mancare nemmeno il caricabatterie in borsa, senza il quale il nostro beneamato cellulare non può vivere. A livello di connettività e comodità anche gli auricolari – con o senza fili – sono validi per rispondere al telefono mantenendo le mani libere di sbrigare altre faccende.

4. Agenda e penna

Qualche decennio fa non si aveva sicuramente scelta ma oggi, anche se esistono miriadi di app sui dispositivi mobili che fungono da block notes virtuali, avere un’agenda cartacea e una penna dentro la propria borsa può essere utile per segnare velocemente numeri di telefono, indirizzi o appuntamenti fino ad arrivare alla lista della spesa (eh beh, mica vivono d’aria quelle che lavorano). Tra l’altro, ricorrere alla buona vecchia penna e carta, secondo alcune ricerche, aiuta persino a ricordare meglio gli eventi annotati.

5. Farmaci

Sia che si tratti di necessità particolari che di disturbi più frequenti come pressione bassa, dolori mestruali o emicrania. Per non farsi trovare impreparate e correre il rischio di dover rimandare un importante appuntamento, è importante tenere in borsa un mini kit con un antinfiammatorio, un sedativo, un probiotico e vitamine. Per le donne che mai senza tacchi alti al lavoro, non guasterebbe nemmeno avere qualche cerotto per le temute vesciche.

6. Beauty case

Per la donna lavoratrice che vuole essere sempre presentabile e impeccabilmente in ordine senza rinunciare al proprio stile, è d’obbligo che in borsa ci metta i prodotti make-up indispensabili e strategici per reggere in bellezza, tra un appuntamento e l’altro, la giornata lavorativa. Donne che si sono messe in proprio, imprenditrici o quelle che sono costantemente in trasferta. Non fa differenza. Alla bellezza ci teniamo tutte.

7. Mini profumo e deodorante

Le gentildonne lavoratrici amano essere profumate e fresche in ogni momento della giornata perché le fa sentire a loro agio e sicure di se stesse, pronte ad affrontare gli impegni lavorativi.

Ma gestire le riunioni, lo stress o le email chilometriche riesce a farci sudare più delle seduta di pilates. Per ovviare a questo fastidio, meglio tenere sempre un deodorante (o salviettine umidificanti) e un mini profumo dentro la borsetta da tirare fuori all’occorrenza, magari in vista di un appuntamento nell’eventualità non fosse possibile fare una puntatina a casa.

8. Un piccolo snack

Per sopprimere i crampi allo stomaco quando magari la riunione di lavoro dura più del previsto o viene fissato un appuntamento all’ultimo minuto. O quando abbiamo un calo di zuccheri o un momento di debolezza, mentre corriamo da un impegno a l’altro e non abbiamo il tempo di pranzare. Il consiglio è quello di tenere sempre in borsa qualche snack – possibilmente senza zuccheri aggiunti e con pochi grassi che il giro vita ringrazia sempre – e qualche caramella o chewing gum, specialmente se non c’è la possibilità di lavarsi i denti dopo i pasti.

9. Biglietti da visita

Dentro la borsa di una career woman non possono mancare i biglietti da visita. Per promuovere la propria attività durante le fiere, eventi di settore o situazioni di networking e perché si sa, può capitare di trattare di affari o formulare offerte quando meno te l’aspetti. E perché, bisogna ammetterlo, denota professionalità e ti fa apparire più predisposta al contatto.

10. Gli occhiali

Last but not least. Da vista per dare un tocco glamour e sofisticato al tuo look da giorno e da sole per essere sempre trendy. Diciamocelo, gli occhiali danno un potere assoluto e un aspetto decisamente professionale. Ma al di là della scelta estetica, chi porta gli occhiali da vista piace eccome e viene percepito come più intelligente ed affidabile. Quindi donne lavoratrici, tenete a mente questo consiglio: gli occhiali sono molto di più di un bell’accessorio.

 

Quali sono le cose a cui non potete rinunciare nella borsa di tutti i giorni? Scrivetelo nei commenti qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *