Passiamo la maggior parte della nostra giornata al lavoro e non sempre è il lavoro dei nostri sogni. Se poi consideriamo che i problemi si accumulano e “la giornata no” diventano “le giornate no”, l’autostima finisce sotto le scarpe.

Ecco qualche consiglio per aumentare la nostra autostima e sentirci più sicuri sul lavoro.

NON SONO PROBLEMI MA OBIETTIVI

Ogni volta che si presenta un problema guardiamolo con altri occhi: non è un problema, ma un obiettivo da raggiungere! E se abbiamo già una serie di problemi da risolvere? Per non finire nel panico fissiamo quali sono i tre più urgenti: scriviamoli su un post-it o dove possiamo vederli e una volta raggiunto l’obiettivo con una bella penna rossa tiriamo una riga.

PREMIATI E CONDIVIDI I TUOI SUCCESSI

Quando raggiungi un obiettivo è giusto che ti godi quella bella sensazione di soddisfazione: ora puoi tirare un bel sospiro di sollievo e rilassarti. Coccolati, fatti un bel bagno rigenerante o comprati un regalino: premiati perché te lo sei meritato. Condivi il tuo successo: sarà gratificante non solo per te, ma anche per chi ti vuole bene. Parlare di come hai superato le difficoltà non può che farti del bene.

RAPPORTI CON I COLLEGHI

Anche il rapporto con i colleghi può influire sulla nostra autostima e sul lavoro. Se siamo circondati da persone positive non potremmo fare altro che caricarci di energia positiva. E se lavoriamo con persone negative? Prima di stabilire che ci odiano, proviamo a metterci nei loro panni: forse anche loro stanno vivendo la nostra stessa situazione. Forse hanno bisogno anche loro di un po’ di carica positiva. Allora cominciamo lentamente ad avvicinarci e chiedere semplicemente “come stai?” Interessarsi agli altri e non concentrarci solo su noi stessi ci permetterà di conoscere davvero chi lavora con noi e anche noi verremmo percepiti in maniera diversa. In fin dei conti essere gentili ed interessati non ci costa nulla, ci farà uscire dal guscio e non potrà che far del bene a noi e agli altri.

AGGIORNATI

Anche se non è il lavoro dei tuoi sogni vuoi fare del tuo meglio. Ma come? Essere sempre aggiornato non è semplice, ma la cosa importante è che in te ci sia sempre il desiderio di migliorare. Ecco che possiamo migliorare dove sappiamo di avere delle lacune. Esempio più comune può essere parlare inglese. Ci capita poche volte, capiamo quello che ci viene detto, ma andiamo nel panico quando dobbiamo essere noi a parlarlo. Possiamo cercare un corso nella nostra città, optare per un corso on line o contattare quell’amica che ha lavorato all’estero e chiederle di parlarci solo in inglese. Abbiamo paura di mollare subito? Coinvolgiamo i nostri colleghi o il datore di lavoro e proponiamo la nostra idea per crescere tutti insieme.

RISCRIVI IL TUO CURRICULUM

Hai presente il curriculum che hai scritto quando cercavi lavoro? Rifallo da zero. Sì perché non sei più la stessa persona: hai intrapreso un nuovo lavoro, vissuto nuove esperienze, acquisito nuove competenze. Cerca di essere dettagliato: parla di chi sei oggi. Infine confronta i due curriculum. In cosa sei migliorato? Sei soddisfatto del tuo lavoro? No perché senza l’ansia di scrivere in fretta un curriculum perché cerchi lavoro, hai un curriculum fra le mani fatto con calma e attenzione e se vuoi puoi cercare un altro lavoro, così per vedere se c’è qualcosa di più interessante. Guardarti intorno senza ansia ti sarà di stimolo per capire cosa vuoi veramente, quanto vali e, comunque, avere un piano B non fa mai male.

CURA IL LOOK

Ultimo ma non meno importante il look: non solo per fare buona impressione sugli altri, ma per se stessi. Alziamoci la mattina, doccia magari con quella canzone che ti dà la carica, colazione sana, vestiti pronti dalla sera prima, trucco (mi raccomando un filo di rossetto per incorniciare un bel sorriso) e qualche accessorio a cui siamo affezionate. Se cominci con la carica giusta non può che andare bene.

 

Domani può essere una buona giornata per cominciare? Scrivicelo sotto nei commenti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *